Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Piazza Zona Libera 1944, n.28
33021 AMPEZZO UD
Tel. 0433-80050
Sezioni
Strumenti personali
« novembre 2017 »
novembre
lumamegivesado
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930
 

Sentiero della Pedanca del Buso

Azioni sul documento
Sei qui: Home - Turismo - Itinerari - Sentiero della Pedanca del Buso

 

Pedanca del buso

In corrispondenza della confluenza con il Torrente Novarza, il Torrente Lumiei s’ìnabissa in una spettacolare forra, detta Sac di Coronìs, profonda quasi 130 m e larga solo pochi metri. Le compatte rocce calcaree sono state erose nel corso dei millenni lungo l’andamento di fratture di origine tetton ica, dalle acque dei due torrenti.

Il luogo è senza dubbio uno dei più selvaggi e spettacolari delle vallate dalla Carnia, e il suo interesse oltre che paesaggistico e ambientale è anche storico.

Su un piccolo ponte di legno, detto Pedanca del Buso, posto in corrispondenza di uno dei punti in cui le pareti della forra maggiormente si avvicinano, passava infatti il sentiero che da Ampezzo conduceva a Latéis e a Sauris.

Il sentiero cadde in disuso negli anni ‘30, quando fu ultimata la rotabile della valle del Lumiei. Oggi, al posto dell’antica Pedanca del Buso, c’è un ponticello metallico che permette di attraversare la forra e di accedere alle forre del Torrente Novarza e del Torrente Lumiei.

 

Difficoltà:  E.
Periodo consigliato: da maggio a fine ottobre.
Segna via:  rosso e bianco.
Dislivello: 130 m.

 

Itinerario

Da Ampezzo 570 m si segue la strada che conduce a Sàuris e si parcheggia l’auto in una piazzola, posta in corrispondenza di una curva, circa 300 m, prima dell’imbocco della galleria Pala Pelosa (è la galleria che precede il ponte sul Lumiei).

forra del lumiei 2Dalla piazzola, posta a quota 824 m, ha inizio un sentiero ripido che, dopo qualche decina di metri, si raccorda con il tracciato di un sentiero più ampio. Quest’ultimo scende con ampie svolte, in un bel bosco misto di faggio e abete, fino al ponticello metallico della Pedanca del Buso, che permette di oltrepassare la strettissima forra del Torrente Lumiei, profonda qui una cinquantina di metri (ore 0.15).

Oltre il ponte è possibile scendere verso destra, attraverso un ripido valloncello boscoso, fino a uno slargo ghiaioso dell’alveo del Torrente Novatza. Il torrente è chiuso a monte da una spettacolare forra e, poche decine di metri più a valle, confluisce nella forra del Torrente Lumiei, attraverso un’altra strettoia delimitata da pareti rocciose.

Dalla Pedanca del Buso è possibile anche costeggiare verso monte il margine della forra del Torrente Lumiei, e scendere poi fino all’imbocco superiore della forra stessa, che è percorribile per un breve tratto sul fondo ghiaioso.