Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Piazza Zona Libera 1944, n.28
33021 AMPEZZO UD
Tel. 0433-80050
Sezioni
Strumenti personali
« settembre 2017 »
settembre
lumamegivesado
123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930
 

I comitati di liberazione nazionale

Azioni sul documento
Sei qui: Home - Paese - Storia - La zona libera della Carnia e del Friuli - I comitati di liberazione nazionale

Contemporaneamente alle elezioni per la formazione delle Giunte, i dirigenti politici e militari della Resistenza avevano dato il via alla costituzione dei CLN comunali e dei CLN delle tre Valli carniche (But -Tagliamento - Gorto), questi ultimi in seguito unificati nel CLN Carnico. Si costituirono anche i CLN del Maniaghese e dello Spilimberghese.

Questi organismi, formati dai rappresentanti dei partiti antifascisti, avevano essenzialmente compiti di direzione politica e di vigilanza sulle Giunte comunali, che esercitavano invece funzioni eminentemente amministrative. Scopo dei CLN era anche quello di potenziare la lotta contro i tedeschi e di spiegarne le motivazioni alla popolazione.

Nella Zona Libera si era venuto così a costituire un vero e proprio tessuto democratico formato dalle Giunte comunali e dai Comitati di Liberazione, e finchè l’esperienza ebbe vita, questi organismi nel loro insieme si dimostrarono in grado di esercitare un’effettiva opera di governo nei comuni liberati.